relatività quotidiane

relatività quotidiane

IMG_1713

Quasi nulla è come appare.

Quasi nulla è come si sente.

E nel sentire ci stanno tutti i sensi, intuizione e intelligenza annessi.

La verità è imprecisa, un po’ dilettante nel raccontarsi, usa parole che servono più a noi che a lei. Si direbbe che lisci il pelo al gatto. Per questo dovremmo definirla misericordiosa?

Quando la si conosce, la realtà, si capisce che è maestra severa, e siamo noi che ci adeguiamo a lei e smettiamo di sognare. Ma nessun insegnante dovrebbe (che brutta parola, ma solo perché serve) derubricare da chi lo ascolta, il sogno.

Annunci

4 pensieri su “relatività quotidiane

  1. No, non credo che “quasi nulla è come si sente”
    Molto di quello che si sente invece è.
    Parere personale, naturalmente.

    Un ciao e un sorriso
    Ondina

  2. Anche il mio è un parere personale. Ciò che si sente è una intuizione dell’altro, della realtà, ci si avvicina più che con lo sguardo o i sensi in generale, ma è sempre contaminata, per fortuna, dal desiderio di ciò che vorremmo fosse. Sorriso e saluto ricambiato 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...